21.8 C
Rome
martedì 4 Ottobre 2022
21.8 C
Rome
martedì 4 Ottobre 2022
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
HomecultureOnu, in Ucraina 1.129 morti, 3.442 feriti e 101.617 profughi

Onu, in Ucraina 1.129 morti, 3.442 feriti e 101.617 profughi

Nel rapporto dell’Onu si parla anche di 812 persone rapite e torturate, di gruppi armati che agiscono al di fuori da ogni controllo e di danni materiali per seicentotrenta milioni di euro. Il film fotografico di otto mesi di violenze e di soprusi in Ucraina.

 

di Franco Fracassi

Un colpo di Stato, la presa di potere da parte di gruppi vicini a Washington e di idealogia neonazista, otto mesi di violenze e soprusi stanno disintegrando un Paese di quaranta milioni di abitanti, ricchissimo di risorse del sottosuolo e dotato di armi nucleari. Secondo le Nazioni Unite, in Ucraina le violenze di piazza e la successiva guerra civile hanno causato 1.129 morti, 3.442 feriti e seicentotrenta milioni di euro di danni materiali.

 

FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page

L’Onu accusa il governo di «non tutelare sufficientemente le popolazioni civili», e i separatisti di «aver messo in atto deliberati attacchi ai palazzi pubblici, gli assalti a banche e miniere e la distruzione della rete ferroviaria».

 

Nel rapporto si parla anche dei profughi. L’Unhcr stima siano 101.617, l’ottantasei per cento dei quali in fuga dalle province dell’est, sotto il controllo dei separatisti e investite dalla guerra.

 

Infine, l’Onu denuncia la presenza di generici gruppi armati, responsabili del sequestro di 812 persone. «I gruppi armati sono anche responsabili di torture e di esecuzioni sommarie».

 

Nella regione del Donbass agiscono gruppi di autodifesa russofoni, bande appartenenti alla criminalità organizzata e corpi paramilitari nazisti, integrati dal governo di Kiev all’interno della Guardia nazionale, ma pur sempre indipendenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Il secondo turno sociale

L'assemblea nazionale delle convergenze, primo confronto tra i movimenti dopo la vittoria delle destre

E’ così che il “no al fascismo” è diventato impercettibile

L'estrema destra fa parte del panorama da decenni. Le responsabilità del "centro-sinistra" in questa banalizzazione [Ellen Salvi]

“Noi non paghiamo” contro il trucco delle bollette mensili

Il movimento contro l'aumento delle tariffe smonta la decisione di Arera sulla mensilizzazione delle bollette

La danza è la prosecuzione della politica. Con altri fini

A Genova riprende con Steve Reich, Resistere e creare, la rassegna di danza contemporanea Ripartiamo dal corpo. Soggetto (politico): prima ...

Massa: l’alberghiero a indirizzo oscurantista

Regolamento choc per studenti e insegnanti in una scuola di Massa, tra errori educativi e diritti negati