19.5 C
Rome
domenica 14 Agosto 2022
19.5 C
Rome
domenica 14 Agosto 2022
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
HomecultureUcraina/Offensiva sempre più dura. Più di 100 civili morti nell’ultimo week end

Ucraina/Offensiva sempre più dura. Più di 100 civili morti nell’ultimo week end

Le forze armate ucraine intensificano l’offensiva. Oramai i quartieri residenziali vengono bombardati quotidianamente. Eccidio di civili nella città Lugansk. Colpiti duramente anche i dintorni di Donetsk. Non si salvano nemmeno l’università e gli ospedali.

 

di Franco Fracassi

Bombardati un mercato rionale e due edifici residenziali in una cittadina (Yasynuvata) a venti chilometri da Donetsk. I morti accertati sono tre, ma si teme siano molti di più.

 

FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page


«Ci sono molte più vittime tra i civili che tra le milizie di auto-difesa. Questi stupidi bombardamenti sulle zone residenziali. Ci sono alcune case distrutte in questa direzione, molte altre da quella parte e una paersona è morta vicino quella scuola. Perché lo fanno? A che serve tutto ciò?». I media internazionali hanno spostato la loro attenzione lontano dall’Ucraina. Ma nel Donbass si continua a morire, come ha spiegato un abitante della città a Russia Today. Secondo quanto riportano le Nazioni Unite, le prime due settimane d’agosto sono state le più dure dall’inizio della guerra. In queste due settimane le forze armate ucraine hanno lanciato l’offensiva più violenta, bombardando pesantemente Lugansk (430.000 abitanti).

fasizam u ukrajini 54

Le cifre delle vittime come al solito variano a seconda della fonte. Di sicuro si sa che secondo l’Onu il conto dei morti della guerra ha superato le duemila e cento persone. Si sa anche che nell’ultimo week end a Lugansk sono morti molto più di cento civili. Alcune fonti russe parlano di 94, altre di 128, altre ancora (questa volta delle Nazioni Unite) 119.

 

Secondo la France Presse, «i quartieri orientali di Lugansk sono stati colpiti dal fuoco dei mortai. Centrato un autobus, un magazzino e diversi edifici residenziali. Bombardata anche l’università, una clinica, un ospedale e un carcere, da cui sono fuggiti centosei detenuti».

donbas 13

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Quando anche il Vaticano attaccava Rushdie

La vicenda di Salman Rushdie è una forma violentissima dell'allergia delle religioni per il romanzo [Christian Salmon]

Così Putin vince la guerra del petrolio

Prezzi alle stelle e nuovi mercati: gli effetti "molto limitati" delle sanzioni occidentali contro la Russia [Martine Orange]

Il futuro si può riscrivere, la storia no

Ritorna Fino al Cuore della Rivolta, il festival della Resistenza di Fosdinovo [Chiara Nencioni]

Il lavoro avvelenato dell’Agenda Draghi

Occupazione. La nota Istat sulle tendenze dell’occupazione tratteggia un quadro ben più fosco [Cristina Quintavalla]

Rosa oltre il mito

Rosa Luxemburg, il nostro tempo ha molto da imparare dagli scritti della grande rivoluzionaria assassinata nel 1919 [Romaric Godin]