-5.2 C
Rome
domenica 23 Gennaio 2022
-5.2 C
Rome
domenica 23 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
Homein fondo a sinistraGrecia al voto. Tsipras: «Il futuro è già iniziato»

Grecia al voto. Tsipras: «Il futuro è già iniziato»

Fumata nera per l’elezione del presidente della Repubblica, elezioni anticipate il 25 gennaio. Syriza in testa nei sondaggi sfiora il 30%

di Checchino Antonini

grecia-rating

Le elezioni anticipate in Grecia si terranno il 25 gennaio. Lo ha annunciato il premier greco Antonis Samaras in un discorso alla nazione, dopo il fallimento del voto in Parlamento per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. «Il futuro è già iniziato. Siamo ottimisti e felici». Questo il primo commento del leader di Syriza, Alexis Tsipras, dopo il fallimento del voto in Parlamento per l’elezione del presidente della Repubblica in Grecia, che apre le porte al voto anticipato.

Si è appena chiusa la terza ed ultima votazione prevista e il candidato del governo, Stravos Dimas, ha ottenuto 168 voti a favore sui 300 votanti, non raggiungendo il quorum previsto di 180 voti. Crolla la Borsa di Atene, con l’indice che perde il 10% a 767,85 punti. Lo scenario che si apre può favorire l’ascesa al potere del partito di sinistra anti-austerità ‘Syriza!.

L’ultimo sondaggio di Palmos Analysis: SYRIZA continua ad essere nettamente il primo partito nelle preferenze degli elettori e sfiora il 30%, staccando Nea Dimocratia di 6,5 punti in percentuale.

“Quella che ci giunge dalla Grecia è un’ottima notizia – commenta Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista – i nostri auguri ad Alexis Tsipras e a Syriza, che vincerà le elezioni e aprirà la strada all’uscita dalla follia dell’austerità. Quell’austerità che ingrassa i banchieri e gli speculatori e affama i popoli. Non a caso gli speculatori si stanno già dando da fare per seminare il terrore e le prossime settimane saranno settimane di passione in cui la speculazione si scatenerà contro la possibilità del popolo greco di cambiare le cose. I greci però hanno capito in questi anni che spaventarsi non serve a nulla: occorre aprire una strada nuova, la strada della giustizia, della solidarietà e della piena occupazione: il contrario delle politiche neoliberiste e di austerità. Con Syriza si può”.

Prosegue misto l’andamento delle piazze finanziarie europee dopo l’esito negativo delle presidenziali in Grecia. In questo scenario il Ftse Mib di Milano è arrivato a perdere fino al 3% per poi recuperare. Alle 12,10 perde l’1,94% a 18.977 punti, mentre l’All Share lascia sul terreno l’1,75% a 20.092. A Madrid l’Ibex 35 segna -1,59%, Francoforte -0,46%, Lisbona -0,93%, Parigi piatta, Bruxelles avanza dello 0,16%, Amsterdam +0,18% e Londra +0,28%. L’indice generale della Borsa di Atene perde il 0,18%.

«In Grecia – scrive la lista Tsipras italiana – può finalmente iniziare il cammino di un’altra Europa. La mancata elezione del Presidente della Repubblica certifica il fallimento della maggioranza tra popolari e socialisti. Ma il suo fallimento sta soprattutto e in modo drammatico nelle condizioni di devastazione sociale a cui ha portato il Paese e il suo popolo. La colpa e’ della austerità , delle imposizioni della Troika di cui il governo greco e’ stato esecutore. Ma ora la parola torna al popolo. Sappiamo bene che chi ha, di fatto, commissariato la democrazia per tutto questo tempo, farà di tutto per creare panico, terrorismo informativo, per cercare di impedire ciò che chiaramente il popolo vuole e cioè dirà basta a cambiare pagina. Ma Syriza, il partito della sinistra che è in testa in tutti i sondaggi, siamo certi saprà reagire contro questi tentativi e far si che la democrazia trionfi. Il programma di Syriza è chiaro ed è ciò che vuole il popolo greco e che serve alla Grecia e alla Europa. Vuole dire basta alla austerità, ristrutturare il debito, costruendo una conferenza europea, creare un piano di sviluppo europeo. Vuole stare in Europa per cambiarla. Vuole, da subito, migliorare la vita delle persone con misure immediate su redditi, welfare e diritti. Se cambia la Grecia può cambiare l’Europa. Noi siamo a fianco del popolo greco e di Syriza e chiediamo a tutte e tutti di impegnarsi per difendere il diritto del popolo greco a decidere del proprio destino contro ogni campagna di mistificazione e di terrore».

 

166354-prothesipsifou1419833690

 

grecia, atene, syriza, elezioni, tsipras, dimos, samaras, troika, nea democratia, borse

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

I nazisti ucraini nei giochi di guerra tra Putin e Biden

La CIA sta segretamente addestrando gruppi nazisti anti-russi in Ucraina dal 2015 [Branko Marcetic]

A #BlackLivesMatter serve un programma economico

In un paese che ha sempre usato la razza per giustificare la disuguaglianza, porre fine alla brutalità della polizia è solo l'inizio

Violenze di gruppo a Milano, i 3 cerchi dell’orrore dei Taharrush JamaR...

La pratica dei Taharrush Jama'i viene dall'Egitto. L'obiettivo è scoraggiare donne e attiviste a partecipare a raduni ed eventi pubblici

Il virus della disuguaglianza

Il rapporto Oxfam: cresce in Italia e nel mondo la concentrazione delle ricchezze, aumenta il numero dei poveri 

Scuola al freddo, linea dura della preside: sospesi in 66

Sospesi in 66 in un liceo artistico di Milano per aver rivendicato un diritto. Una storia in apparenza d'altri tempi