21.5 C
Rome
mercoledì 4 Agosto 2021
21.5 C
Rome
mercoledì 4 Agosto 2021
Homequotidiano movimentoL'eurodeputata spagnola: «Non dimentichiamo Carlo Giuliani»

L’eurodeputata spagnola: «Non dimentichiamo Carlo Giuliani»

Marina Albiol Guzmán, di Izquierda Unida, ricorda all’europarlamento Carlo Giuliani nel dibattito sul prossimo G7

di Checchino Antonini


«Noi non dimentichiamo Carlo Giuliani». E’ l’eurodeputata spagnola Marina Albiol Guzmán, di Izquierda Unida, aderente al Gue, a pronunciare queste parole in fondo al suo intervento durante il dibattito sul prossimo G7. Albiol Guzmán, lo scorso anno si era presentata in plenaria per le votazioni del presidente indossando la maglietta dell’Azione antifascista valenzana. Oggi ha preso la parola per esprimere la sua opinione sul 41esimo vertice del G7 che si terrà in Germania il 7 e 8 giugno. Dopo aver definito il summit la «riunione del club dei ricchi, quelli che più impoveriscono, sfruttano e contaminano», l’eurodeputata 32enne ha mostrato un ritratto di Carlo Giuliani, ucciso nel 2001 a Genova, forse dal carabiniere Mario Placanica durante gli scontri di quei giorni, dopo due ore di violenze innescate da cariche illegittime dei carabinieri contro un corteo regolarmente autorizzato. Per Guzmán i leader mondiali «si riuniranno nascosti dietro un muro di migliaia di poliziotti che impediranno che i potenti possano ascoltare la voce di un popolo che è stanco di essere governato da queste élite», ma, ha concluso l’eurodeputata mostrando una foto del giovane ucciso, «non è assassinando, come nel 2001 assassinarono Carlo Giuliani a Genova, che ci fermeranno. Noi non dimentichiamo Carlo Giuliani».

Lunedì, a Genova, alcune centinaia di persone, nell’indifferenza della società politica, hanno ricordato l’omicidio in Piazza Alimonda. La vicenda è stata ostinatamente archiviata per evitare che un pubblico processo formulasse domande impertinenti sulla guerra a bassa intensità contro i movimenti sociali.

11012854_10206266995448774_7348445868644976167_n

giuliani, genova, movimenti, repressione, carabinieri, polizia, malapolizia

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Greenpeace: donazioni a qualsiasi prezzo?

Un'ex dipendente del call center fornitore di Greenpeace in Francia denuncia le condizioni di lavoro e i metodi invasivi [Cécile Hautefeuille]

Ascanio Celestini immagina il Museo Pasolini

Celestini, un'anteprima in forma di prove a Fosdinovo per il festival Fino al Cuore della Rivolta [Chiara Nencioni]

Paola e quel brindisi alla vita

E' morta Paola Staccioli, attivista, scrittrice, fondatrice di Osservatorio Repressione

Claudio Giunta e l’apologo della pompa di benzina

Breviario in 15 punti per non perdere la fede nell’intelligenza. Una polemica che parte dalla denuncia del neoliberismo da parte di tre normaliste

Olympics kill the poor, i Giochi ammazzano i più poveri

Tokyo non ama granché queste Olimpiadi, un grande esperimento in una nuova pericolosa fase della pandemia [Chelsea Szendi Schieder]