-1.3 C
Rome
sabato 29 Gennaio 2022
-1.3 C
Rome
sabato 29 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
Homeconsumare stancaVogliono dissequestrare il Muos!

Vogliono dissequestrare il Muos!

Muos verso il dissequestro: il Consiglio di Giustizia della Sicilia ha accolto il ricorso del Ministero della Difesa. No Muos: forti dubbi su indipendenza e onestà intellettuale dei giudici

MUOS: verso il dissequestro?
(Foto di Dario Lo Scalzo)

Il Consiglio di Giustizia (CGA) della Sicilia ha accolto il ricorso del Ministero della Difesa dando quindi ragione sulla mancanza di “effetti nocivi sulla salute” che era emersa dall’ultima perizia effettuata sull’impianto di comunicazione satellitare USA conosciuto come MUOS, situato allinterno della base militare di Niscemi. (su questo parere si veda l’articolo su Pressenza).

Il commento dei Comitati NO-MUOS è stato immediato, lo riportiamo integralmente qua di seguito:

Sconcerta e desta scalpore la recente decisione del Cga di Palermo riguardo alla questione MUOS. A quanto pare, le associazioni ambientaliste non hanno diritto di occuparsi di ambiente. Questo abbiamo appreso dalla sentenza dei giudici del CGA che, sulla stampella di cavilli da “azzeccagarbugli”, hanno deciso che il Movimento No MUOS Sicilia e Legambiente Sicilia non hanno diritto a far valere le proprie ragioni in sede legale. Punto. Che il collegio di verificazione contasse tre membri nominati da una delle parti in causa, che i dati sulle antenne fossero forniti dalla stessa parte in causa, senza possibilità di verifica dell’altra parte, invece, è stato ritenuto dagli stessi, del tutto normale. Ci perdonino i signori giudici se nutriamo forti dubbi sulla loro indipendenza e onestà intellettuale. 
Paradossalmente, però, tutto questo ci fa sorridere: se un governo e un sistema legale si riducono a tali bassezze pur di averla vinta, è solo perché sanno bene che abbiamo ragione. A tal proposito, teniamo a far presente che la lotta contro il sistema MUOS e le antenne della US-Navy di Niscemi continua imperterrita e che non sarà certamente la decisione truccata di chi bara, a farci retrocedere di un passo dai nostri propositi. Avremo modo di parlarne alla prossima manifestazione e in tribunale, un altro tribunale.

Peraltro già da tempo il Coordinamento dei Comitati No-MUOS aveva già indetto per il 15 maggio una manifestazione nazionale a Niscemi.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Manganellate sugli studenti dopo l’omicidio di Lorenzo

Mobilitazioni in molte città per ricordare Lorenzo Parelli, studente ucciso mentre era in alternanza scuola lavoro

Ian Anderson: «Travestirsi era divertente ma…»

Esce The Zealot Gene, il nuovo disco dei Jethro Tull. Graham Fuller ha intervistato Ian Anderson per The Guardian

La mappatura del nazi

Antifascist Europe , una mappa dei nazi-fascisti di tutta Europa, i loro collegamenti internazionali e le risorse finanziarie 

I nazisti ucraini nei giochi di guerra tra Putin e Biden

La CIA sta segretamente addestrando gruppi nazisti anti-russi in Ucraina dal 2015 [Branko Marcetic]

A #BlackLivesMatter serve un programma economico

In un paese che ha sempre usato la razza per giustificare la disuguaglianza, porre fine alla brutalità della polizia è solo l'inizio