22 C
Rome
venerdì 19 Luglio 2024
22 C
Rome
venerdì 19 Luglio 2024
Homein fondo a sinistraCorbyn, fallito il golpe nel Labour

Corbyn, fallito il golpe nel Labour

Tentato golpe sventato: Jeremy Corbyn parteciperà alle primarie del Partito Laburista senza dover raccoglere 51 firme di parlamentari

agenzia Pressenza

Tentato golpe sventato: Jeremy Corbyn parteciperà alle primarie del Partito Laburista
(Foto di Wikimedia Commons)

Dopo una riunione fiume durata tutto il pomeriggio, il Comitato Esecutivo Nazionale del Partito Laburista ha deciso a scrutinio segreto che in quanto leader in carica Jeremy Corbyn potrà partecipare alle nuove primarie del Partito Laburista senza dover raccogliere le 51 firme di parlamentari di cui tutti gli altri candidati avranno invece bisogno. Oltre ad Angela Eagle, che ieri ha ufficializzato la sua sfida a Corbyn, è infatti probabile anche la candidatura di Owen Smith, ex ministro agli affari gallesi del governo ombra laburista.

Fallisce così il tentativo di escludere Corbyn dalle nuove primarie per eleggere il leader laburista: data l’opposizione dell’80% dei parlamentari, sarebbe stato infatti difficile per lui raccogliere le 51 firme necessarie a presentarsi candidato.

Accolto dalle acclamazioni dei sostenitori rimasti per tutto il tempo fuori dalla sede del Comitato Esecutivo Nazionale in attesa dell’esito del voto, Corbyn ha dichiarato: “Sono felice del risultato. Andremo avanti a fare campagna contro la disuguaglianza e la povertà.”

Il clima resta comunque rovente, anche per via delle minacce ricevute da Angela Eagle, il cui ufficio è stato vandalizzato lunedì notte. Corbyn ha dichiarato nella sua pagina Facebook: “Anch’io ho ricevuto minacce di morte questa settimana e in passato e per questo invito tutti i membri e i sostenitori del Partito Laburista ed agire con calma e a trattarsi con rispetto e dignità, anche quando ci sono disaccordi. Condanno con la massima fermezza ogni violenza e minaccia, che minano la democrazia nel nostro partito e non devono trovare spazio nella nostra politica.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Dietro lo stallo del Nuovo Fronte Popolare, due strategie opposte

Francia, la sinistra è lacerata su un governo destinato a durare poco. I socialisti stanno inviando segnali di apertura al campo macronista [Mathieu Dejean]

E’ sbagliato tifare per la Nazionale? Noi compagni e il calcio

Europei: football, politica e società. Uno sguardo con gli occhi di un socialista inglese [Dave Kellaway]

Francia, la gauche in stallo, cresce l’impazienza popolare

Duello Ps-LFI per chi guiderà il governo del NFP. Ma intanto Macron punta a dividerlo. Se resisterà sarà solo per la pressione dei movimenti

Il passepartout del sionismo

L'accusa di antisemitismo e altre sfumature retoriche per negare le responsabilità di Israele nel massacro di Gaza

Strega, storie di donne sull’orlo d’una crisi d’identità 

Donatella Di Pietrantonio vince il premio Strega 2024. La famiglia come filo conduttore della sestina