12.3 C
Rome
lunedì 25 Gennaio 2021
12.3 C
Rome
lunedì 25 Gennaio 2021
Home quotidiano movimento Verona, anche i Pooh contestano le Sentinelle in piedi

Verona, anche i Pooh contestano le Sentinelle in piedi

Dal Circolo Pink, la notizia dell’apparizione, a sorpresa, dei quattro membri dello storico gruppo pop italiano, i Pooh, al presidio veronese contro l’assordante silenzio degli oscurantisti cattolici

20160911_154822_resized

allegati_2016911
Incredibile eccoli apparire al nostro presidio, si proprio loro gli inossidabili Pooh. Red Canzian, RobyFacchinetti, Stefano D’Orazio, Dodi Battaglia con l’aggiunta di Riccardo Fogli si son materializzati al presidio, nelle foto mentre lo attraversano, che sorpresa. Le Sentinelle, poche, accaldate e isolate in un piazza Bra piena di gente, loro molto lontane davanti ai gradini del municipio con i loro soliti libri,  difesi dalle forze dell’ordine.

Una presenza, la nostra, doverosa e di contro-informazione. Chi in questi giorni a Verona ha voluto dirci che il presidio era inutile perchè le Sentinelle sono un fenomeno ormai passato forse dovrebbe farsi qualche domanda? Credete forse che una legge sulle unioni civili possa appagare il bisogno di diritti che le diversità come le nostre rivendicano? Noi del Pink crediamo di NO. L’integralismo cattolico non è morto solo perchè lo si sente meno intorno a noi.
Grazie a tutte e tutti quelle e quelli che oggi nonostante il caldo c’erano.

Anche i sempre verdi, un po’ invecchiati, Pooh hanno voluto far sapere al mondo che ci sono, hanno dato al nostro presidio quel tocco di mondanità che ci mancava.

#NonAbbiamoBisognoDiSentinelle #PiùLelleMenoSentinelle #PinkVerona

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Marasma, il serial killer nei manicomi

Bambini e le donne segregate ingiustamente nei manicomi prima della legge 180. Un documentario e un seminario su Zoom

Regolamento di conti al Campidoglio: Raggi fa fuori il suo vice

Roma, la sindaca Raggi dimissiona Luca Bergamo, assessore alla Cultura. L'Arci: «Si sancisce il più tetro inverno della progettazione culturale»

NoTav, la protesta di Dana alle Vallette, 32 condanne al maxiprocesso

Dana Lauriola, portavoce No Tav in sciopero della fame a oltranza con altre due detenute per rivendicare i diritti negati nel carcere delle Vallette

Di cosa è davvero fatta la democrazia più grande del mondo

Usa, fascismo, cortine fumogene e alternative. I fatti del 6 gennaio a Washington funzionano come rivelatore [Daniel Tanuro] 

L’altra faccia della crescita cinese

Cina. 503 scioperi in sei mesi. I lavoratori non si compiacciono che vengano compressi i loro salari [Francisco Louçã]