Ah, il maggio ’68! Piace ancora a sette francesi su dieci

Ah, il maggio ’68! Piace ancora a sette francesi su dieci

Maggio ’68: per il 70% ebbe un impatto positivo e per il 43% dei francesi potrebbe ripetersi di nuovo. Un sondaggio di Liberation

di Checchino Antonini

Maggio 68, il 70% dei francesi giudica positivamente l’eredità e l’impatto sulla società delle agitazioni operaie e studentesche nei giorni in cui il movimento sociale prova a superare il succedersi degli scontri di categoria per aggregarsi, «pour faire boule de neige», come una valanga diremmo in Italia. Il quotidiano francese Liberation ha commissionato un sondaggio a ridosso dell’anniversario. Un’indagine condotta online il 16 e il 17 aprile 2018 su un campione rappresentativo di 1.000 persone. Ma, proprio mentre la Francia è sconvolta dall’attacco frontale di Macron ai diritti di lavoratori, studenti e migranti, solo il 43% dei francesi pensa che un movimento simile potrebbe emergere ora. Eppure gli cheminots, i ferrovieri, hanno proclamato 36 giornate di sciopero tra il 3 aprile e il 29 giugno, le falcoltà sono in agitazione, il corteo del primo maggio è stato agitato da scontri e tensioni. Il 3 scenderanno ancora in piazza i ferrovieri e il 5 tutta la sinistra da Melenchon in poi. La cassa di resistenza, la cagnotte, per i ferrovieri ha raggiunto 25mila donatori e sfiora il milione di euro

E’ vero, la maggior parte dei francesi non ha esperienza diretta di quegli eventi ma sul ’68 si sono sempre misurate le passioni politiche dei francesi. Sarkozy, nel 2007, aveva chiamato gli elettori a liquidare, una volta per tutte, quell’eredità. In parallello, l’ossessione per il sessantotto faceva venire l’orticaria ancora a galantuomini come Fini, Sacconi, Berlusconi, in nome dell’autorità. Peccato che, contemporaneamente Prodi e company dissipavano la fiducia concessa loro da pezzi del movimento no global.

Anche oggi, secondo il sondaggio, una parte della destra più tradizionale, alla Wauquiez (l’erede di Sarkozy), continua a credere che il ’68 fu una “perdita di valori, moralità”. Ma è solo l’11% degli intervistati. Gli ultimi movimenti sociali, invece, non mancano, di ricordare quel maggio negli slogan. Più in generale, 7 su 10 ritengono che il ’68 abbia avuto un impatto positivo sulla società e, come si può vedere dalle tabelle di Liberation, si tratta di un giudizio trasversale. L’88% tra chi vota a sinistra, ma anche il 77% di centro e addirittura il 59% a destra o il 68% di coloro che votano FN.  Se il 61% dei francesi associa quel maggio alla convergenza tra lotte studentesce e scioperi di lavoratori, nel bilancio del 68, c’è innanzitutto la conquista di nuovi diritti sociali (43%), il “movimento popolare” (41%), molto più avanti della questione dei valori o dell’evoluzione delle relazioni tra individui (20%).

Cinquant’anni dopo il 38% della popolazione afferma di sentirsi vicino ai manifestanti dell’epoca, anche se per il 47% fu un movimento piuttosto violento. Il 51% dei francesi crede che gli eventi di maggio e le loro richieste di emancipazione collettiva, più che un ricordo, siano ancora rilevanti. Ma se il 43% degli intervistati ritiene che tali eventi potrebbero accadere nei prossimi anni in Francia, è vero anche che si tratta soprattutto di under 50, in particolare piccoli professionisti e lavoratori dipendenti.

 

Print Friendly, PDF & Email

Articoli correlati

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Cookies necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

__cfduid, csrftoken, JSESSIONID, SESS#
__cfduid
SESS#
JSESSIONID

Cookies per preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi

lang, lang
lang
lang

Cookies statistici

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gali, _gat, _gid, d
d
_ga, _gali, _gat, _gid

Cookies per il marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi. Tali dati sono raccolti in forma anonima.

_twitter_sess, ATN, bcookie, bscookie, c, ck1, CMDD, CMID, CMPRO, CMPS, CMSC, CMST, collect, CSNUtId, ct0, drtn#, DSID, everest_g_v2, everest_session_v2, external_referer, gglck, guest_id, i/jot/syndication, id, IDE, khaos, leo_auth_token, lidc, mc, mdata, na_id, na_tc, NID, pcs/activeview, personalization_id, r/collect, rlas3, rtn1-z, test_cookie, UID, UIDR, uuid, visit,
ct0, external_referer, personalization_id
ATN
bcookie, bscookie, leo_auth_token, lidc, RT, visit, _auth
c, khaos
ck1, drtn#, rlas3, rtn1-z
CMDD, CMID, CMPRO, CMPS, CMSC, CMST
collect, NID
CSNUtId
dpixel, mc
DSID, IDE, doubleclick.net, test_cookie
everest_g_v2, everest_session_v2, gglck
id, mdata
na_id, na_tc
pcs/activeview
UID, UIDR
uuid
_pinterest_sess

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?