-5.2 C
Rome
domenica 23 Gennaio 2022
-5.2 C
Rome
domenica 23 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
Homein fondo a sinistraPortogallo, cade la Troika. Sinistre al governo

Portogallo, cade la Troika. Sinistre al governo

Portogallo, coalizione anti-austerity di sinistra caccia il governo di destra. L’inattesa coalizione tra socialisti, comunisti e Bloco de Esquerda

di Lauren McCauley, per Common Dreams/Pressenza London
Portogallo, coalizione anti-austerity di sinistra caccia il governo di destra
Parlamento portoghese, discorso del leader del gruppo comunista (Foto di EFE via eldiario.es)

 

In uno sviluppo sorprendente per il movimento anti-austerity europeo, martedì 10 novembre i tre partiti di sinistra portoghesi hanno formato un’inattesa coalizione per estromettere il governo di centro-destra e farla finite con anni di tagli punitivi e privazioni economiche.

Il moderato Partito Socialista ha formato un’”alleanza senza precedenti” con il Partito Comunista e il radicale Blocco di Sinistra, affiliato al partito greco Syriza, per assicurare una maggioranza di 122 seggi su 230 e respingere una serie di misure di austerity. La sconfitta ha causato le immediate dimissioni del governo.

Secondo il quotidiano inglese Guardian, “il leader socialista António Costa dovrebbe ora diventare primo ministro, con un’ampia coalizione di sinistra, che spera di attenuare l’austerity continuando però ad aderire alle regole dell’Unione Europea.”

Nelle elezioni del mese scorso il centro-destra ha perso la maggioranza parlamentare che deteneva da quattro anni per la reazione popolare alle misure punitive imposte dopo la crisi finanziaria del 2011 e il salvataggio. Il governo del primo ministro Pedro Passos Coelho ha tagliato salari e pensioni, ridotto i servizi pubblici e aumentato le tasse. All’inizio di quest’anno il 55% della popolazione era disoccupata o faceva un lavoro precario. La nuova coalizione si è impegnata a ritirare i tagli e porre fine alla privatizzazione dei beni pubblici.

“Il tabù è finito, il muro è stato abbattuto”, ha detto Costa martedì dopo il voto. “Questo è un nuovo inquadramento politico. La vecchia maggioranza non può pretendere di essere ciò che non è più.” Fuori dalla sede del Parlamento a Lisbona, migliaia di persone si sono riunite in previsione del voto cantando “Il popolo unito non sarà mai vinto.”

La leader del Blocco di Sinistra Catarina Martins ha diffuso quest’immagine come simbolo di una vittoria lungamente attesa.

CTeNOQ8WUAA7Cig.jpg-large

Traduzione dall’inglese di Anna Polo

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

I nazisti ucraini nei giochi di guerra tra Putin e Biden

La CIA sta segretamente addestrando gruppi nazisti anti-russi in Ucraina dal 2015 [Branko Marcetic]

A #BlackLivesMatter serve un programma economico

In un paese che ha sempre usato la razza per giustificare la disuguaglianza, porre fine alla brutalità della polizia è solo l'inizio

Violenze di gruppo a Milano, i 3 cerchi dell’orrore dei Taharrush JamaR...

La pratica dei Taharrush Jama'i viene dall'Egitto. L'obiettivo è scoraggiare donne e attiviste a partecipare a raduni ed eventi pubblici

Il virus della disuguaglianza

Il rapporto Oxfam: cresce in Italia e nel mondo la concentrazione delle ricchezze, aumenta il numero dei poveri 

Scuola al freddo, linea dura della preside: sospesi in 66

Sospesi in 66 in un liceo artistico di Milano per aver rivendicato un diritto. Una storia in apparenza d'altri tempi