4.2 C
Rome
mercoledì 3 Marzo 2021
4.2 C
Rome
mercoledì 3 Marzo 2021
Home quotidiano movimento Parigi sotto attacco: i presidi in Liguria

Parigi sotto attacco: i presidi in Liguria

logo parigi

I presidi della Liguria in solidarietà al popolo francese contro violenza e paura. A Genova quello di Arci.

Ludovica Schiaroli

“Quanto accade a Parigi merita pensieri e parole che non siano vuote, retoriche, sapute. Vale anche il silenzio. Almeno per qualche ora”. Con queste parole Luca Borzani, presidente della Fondazione Palazzo Ducale invita tutti i genovesi a visitare la mostra di Brassaì, “Pour l’amour de Paris” che da oggi alle 15 a domani sera sarà visitabile gratuitamente, in omaggio a Parigi e al popolo francese.

 

In piena condivisione con la scelta di Borzani, Arci Genova e Liguria ha organizzato il presidio alle ore 15 per invitare i cittadini a sconfiggere la paura e scendere in piazza: “Hanno colpito lì dove le persone stavano bene insieme – scrivono Stefano Kovac e Walter Massa –  Dove c’era divertimento e spensieratezza. La musica, la cultura, lo sport, la convivialità. Noi non vogliamo farci sconfiggere dalla paura né dalla follia del terrorismo. Oggi ci stringiamo attorno ai parigini. Convinti che dovremo continuare a coltivare e a difendere la cultura, la democrazia, la libertà, la laicità”. In poche ore l’appello sta raccogliendo moltissime adesioni.

A Savona l’appuntamento è alle 18 in piazza Mameli dove la campana della chiesa ricorderà  gli uomini e le donne uccise la scorsa notte. Bandiere francesi e italiane accompagneranno il corteo che alle 17,45 partirà da piazza Mentana alla Spezia per arrivare nella sede storica dell’agenzia consolare francese.  A Sarzana invece il presidio sarà in piazza Matteotti alle ore 17.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Grecia, la vendetta di Stato contro un detenuto politico

Koufontinas (17N) ha smesso di nutrirsi e di bere da quasi due mesi. Vuole un trasferimento che il governo rifiuta. Repressione alle stelle in Grecia

Germania: 3 nazi, 10 omicidi e 13 anni in fuga

La Germania, dopo lo scandalo Nsu, si chiede se i partiti apertamente neonazisti come quello dovrebbero essere vietati (Prune Antoine)

No all’acqua in Borsa!

40mila firme per dire NO all’acqua in Borsa. Verso la Giornata mondiale del 22 marzo

Intervista all’uomo accusato di solidarietà a Trieste

Migranti, parla Andrea Franchi: “Sono tranquillo, continueremo a curare chi arriva dalla rotta balcanica” (Eleonora Camilli)

Recovery e Clan, l’anno del Dragone

E' come se quello di Draghi fosse due governi in uno. C’è troppo poco tempo per essere moderati. (Marco Bersani/Attac Italia)