26.1 C
Rome
giovedì 5 Agosto 2021
26.1 C
Rome
giovedì 5 Agosto 2021
HomemalapoliziaOtto mesi al giudice Bobbio che offese Carlo Giuliani su fb

Otto mesi al giudice Bobbio che offese Carlo Giuliani su fb

Magistrato, parlamentare di An, braccio destro della Meloni quand’era ministra, aveva scritto che Carlo era “una feccia di teppista di strada”. Condannato a otto mesi più il risarcimento dei danni

1511147_bobbio_giuliani

Sul suo profilo Facebook «ha leso l’onore del defunto Carlo Giuliani», condannato a 8 mesi (pena sospesa) e 5mila euro di provvisionale con risarcimento dei danni da stabilire in separata sede, il magistrato ed ex politico Luigi Bobbio. Ne dà notizia un quotidiano campano spiegando che, per anni esponente di rilievo di An, parlamentare e capo di gabinetto dell’allora ministro Giorgia Meloni, Bobbio è stato poi sindaco di Castellammare di Stabia prima di rientrare in magistratura: ora è giudice civile al tribunale di Nocera Inferiore, ma prima ancora era stato pm alla Dda di Napoli. Il giudice Procolo Ascolese del tribunale di Torre Annunziata ha ritenuto offensiva una sua frase pubblicata sul profilo pubblico di Facebook «Luigi Bobbio Due», da lui gestito secondo l’accusa rappresentata dalla pm Mariangela Magariello.
«Giuliani era una feccia di teppista di strada» è la frase comparsa sul fb il 28 luglio del 2014. Haidi e Giuliano, i genitori di Carlo, lo hanno querelato e la costituzione di parte civile è stata affidata ai legali Gilberto Pagani e Liana Nesta.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Tokio 2020, nemmeno un minuto per le vittime di Hiroshima

Hiroshima protesta con il Cio per la mancata commemorazione dell'anniversario. La minaccia atomica oggi e l'ambiguità di Italia e Nato

Greenpeace: donazioni a qualsiasi prezzo?

Un'ex dipendente del call center fornitore di Greenpeace in Francia denuncia le condizioni di lavoro e i metodi invasivi [Cécile Hautefeuille]

Ascanio Celestini immagina il Museo Pasolini

Celestini, un'anteprima in forma di prove a Fosdinovo per il festival Fino al Cuore della Rivolta [Chiara Nencioni]

Paola e quel brindisi alla vita

E' morta Paola Staccioli, attivista, scrittrice, fondatrice di Osservatorio Repressione

Claudio Giunta e l’apologo della pompa di benzina

Breviario in 15 punti per non perdere la fede nell’intelligenza. Una polemica che parte dalla denuncia del neoliberismo da parte di tre normaliste