19.8 C
Rome
mercoledì 17 Aprile 2024
19.8 C
Rome
mercoledì 17 Aprile 2024
HomemalapoliziaChi è il Dino dei manifesti? E che cosa gl'è successo?

Chi è il Dino dei manifesti? E che cosa gl’è successo?

Roma, spuntano migliaia di manifesti: “Sai cosa è successo a Dino?”. Non sembra uno scorcio di campagna elettorale, né una promozione commerciale

di Francesco Ruggeri

Migliaia di manifesti sui muri di Roma e sui bandoni. Una domanda si rincorre – “Sai cosa è successo a Dino?” – dall’incrocio tra la Casilina e viale Togliatti, da Porta Maggiore fino al Tufello e verso l’hinterland della città. Le segnalazioni riguardano anche una pagina facebook che si domanda chi sia il Dino dei manifesti. Spunta dalle newswire e dai tweet su twitter. Popoff decide di rilanciare la domanda perché quei manifesti non hanno l’aria di essere un pezzo della campagna elettorale, né una promozione commerciale vista la loro collocazione negli spazi utilizzati abitualmente da chi vuole comunicare contenuti sociali o politici. Ne sappiamo quanto voi che state leggendo questo articolo. Se scoprite qualcosa scriveteci. Noi continueremo a leggere i muri di Roma.

 

 

 

 

 

 

 

malapolizia, budroni, dino, roma, muri

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Il Carro del principe, un viaggio durato 27 secoli

Inaugurata nel museo di Fara Sabina la sala del carro di Eretum. Dalla Sabina alla Danimarca e ritorno

Fotografare per immaginare

Marchionni e Scattolini, itinerari del reportage poetico al museo Ghergo di Montefano

Il malgusto ai tempi del consumo

Food porn, oltre la satira del cibo spazzatura: Andrea Martella torna in scena con Hangar Duchamp

Perché Israele uccide i giornalisti

Intervista a Haggaï Matar, direttore dei media israelo-palestinesi autori di un'inchiesta shock sull'uso dell'intelligenza artificiale per uccidere civili a Gaza Rachida El Azzouzi]

Il marchese del Grillo in salsa mediorientale

Eccidio di cooperanti a Gaza e bombe su Damasco, Netanyahu cerca di allargare il conflitto fidando nello strabismo degli alleati